01 Lug

Giallo o nero il mais è alimento sano

      Siria Colorato

maisQuello giallo siamo più abituati a vederlo. Quello nero decisamente meno. E pensare che 3.500 anni fa questi chicchi di colore corvino erano alla base dell’alimentazione delle popolazioni Maya. Oggi non più.

E così fra le tante notizie che stanno accompagnando quotidianamente l’Expo di Milano ha catturato la nostra attenzione l’attività del giovane imprenditore Carlo Maria Recchia.

E il suo interesse verso la qualità più scura del mais, la cui coltura in Italia è stata introdotta dal Sud America secoli fa e in seguito abbandonata nel Seicento.

Ora però si va verso un ritorno al passato per riscoprire un alimento con più antiossidanti, antiradicalici, il 50% in più di proteine e il 20% in meno di carboidrati rispetto al cugino giallo.

Se vi capita quindi di vedere pannocchie nere o grissini, biscotti, gallette o altri prodotti con alla base questo ingrediente sappiate che siete venuti a conoscenza di un nuovo alleato della vostra alimentazione.

Ma il mais in genere dovrebbe sempre trovare posto sulle nostre tavole per la presenza di ottimi valori nutrizionali e per la sua funzione energetica.

I carboidrati non mancano infatti nel mais cosiddetto dolce e il contenuto d’acqua è ridotto al minimo, per cui la concentrazione delle sostanze è più alta.

Il mais non contiene molte proteine ma al contempo anche i grassi sono presenti in bassissima quantità rendendolo quindi privo di colesterolo.

E chiudiamo col ricordare che nel mais sono presenti discrete quantità di potassio e ferro, oltre alle vitamine B1 e A.

Insomma consumato in dosi adeguate questo alimento può dare equilibrio alla nostra alimentazion, in particolar modo in questo periodo in cui cerchiamo maggiormente cibi freschi e pronti da mangiare.

 

 

Categorie: Alimentazione, Benessere, Mantenimento, Perdita Peso




COMMENTI


Johnson Store Tapis Roulant Horizon Fitness Tempo Fitness Treo Vision Matrix
Facebook
Twitter
Google+