17 Ott

Alimentazione: miti da sfatare (parte 3)

      Siria Colorato

Cibi organici. Quante volte abbiamo sentito ormai questa definizione. E quante volte ci siamo chiesti se “convertirsi” con il massimo della devozione o se sottovalutare la tendenza, ritenendola appunto una moda per qualche esaltato “naturista”.

Come sempre, proviamo a capirci qualcosa di più sull’argomento, anche perchè negli ultimi anni il consumo di alimenti biologici ha preso piede ed è divenuto anche un business allettante per qualcuno. Però, persiste un po’ di confusione sull’argomento.

L’alimentazione biologica deriva dalla presa di coscienza dell’esistenza di un’agricoltura biologica. E per agricoltura biologica intendiamo la “cura dei campi” che utilizza concimi organici e non fertilizzanti chimici, predatori naturali al posto dei comuni pesticidi.

Stiamo sostanzialmente parlando di prodotti “tirati su” senza le tecniche convenzionali che hanno dettato legge per decenni. Una crescita curata nei particolari, enfatizzata attorno al concetto di cibo “naturale”.

Ma non è scontato il fatto che questi alimenti siano di per sé più sani rispetto ad alimenti trattati in maniera tradizionale. E’ ancora tutto da dimostrare infatti che una cura “maniacale” nella nostra alimentazione possa preservare il fisico da malattie.

E qui rischiamo di sconfinare nella sfera del dibattito scientifico. Non ci compete. Limitiamoci però a dire che il biologico non è il “sacro Graal” della salute. Può rappresentare una salutare abitudine, posto che sia affiancata da una vita regolare e dalla costante attività fisica.

 

 

Categorie: Alimentazione, Fitness Tips, Perdita Peso




COMMENTI


Johnson Store Tapis Roulant Horizon Fitness Tempo Fitness Treo Vision Matrix
Facebook
Twitter
Google+