28 Apr

Walking vs Running: meglio camminare?

      Siria Colorato

scarpeBeh, chi non ha tanta dimistichezza con la lingua inglese avrà qualche secondo di disorientamento leggendo il titolo.

Ma saranno in pochi, dato che termini come walk e run sono ormai di uso comune anche nella nostra lingua. E in particolar modo nel vocabolario di chi si attiva per stare in forma.

Oggi mettiamo quindi a confronto il camminare con il correre, ai fini del raggiungimento del peso forma.

Sappiamo bene che il nostro obiettivo principale è quello di bruciare calorie e di arrivare a un sempre più soddisfacente rapporto di convivenza con il nostro corpo.

Per raggiungere lo scopo dobbiamo sapere che diversi elementi sono da prendere in considerazione (stile di vita, alimentazione, capacità di gestire le tentazioni a tavola e lo stress, etc).

Camminare è un buon punto di partenza, in particolar modo per chi non è avvezzo a palestre o esercizi tonificanti per i muscoli.

Punto di partenza verso il benessere, che presuppone quindi un percorso da implementare strada facendo con ulteriori interventi.

Ecco allora che camminare, attività utile per migliorare la circolazione sanguigna e permettere al fisico di disfarsi di calorie in eccesso, diviene il miglior metodo di allenamento in determinate circostanze.

Innanzitutto per chi non si sente a proprio agio in palestra, dove occhi indiscreti possono risultare fastidiosi. Oppure per chi è troppo in là con l’età per variare radicalmente uno stile di vita, da decenni segnato da troppa sedentarietà.

Posto che la chiave del successo è sempre quella di mantenere in equilibrio il rapporto fra l’assunzione di alimenti e il conseguente consumo, cercate sempre spazio per una passeggiata giornaliera. Come inizio, andrà benissimo.

 

 

Categorie: Alimentazione, Allenamento, Benessere, Fitness Tips, Mantenimento, Motivation, Perdita Peso




COMMENTI


Johnson Store Tapis Roulant Horizon Fitness Tempo Fitness Treo Vision Matrix
Facebook
Twitter
Google+