29 Gen

Cardiofitness, mi alleno col cuore (p.te 2)

      Siria Colorato

cuore

Ci stiamo occupando di cardiofitness, argomento che già abbiamo avuto modo di approfondire nei mesi passati.

Chi ci segue avrà anche preso confidenza, ad esempio, con il cardiofrequenzimetro, accessorio fondamentale per chi si dedica a questa disciplina.

Oggi proseguiamo quindi a scoprire quali attività a corpo libero associare al cardiofitness per rendere più efficace possibile l’azione pro-benessere.

Ecco allora altri consigli su come avvicinarsi a questo settore, ed evitare che lo sforzo sia gestito con poca attenzione e senza indicazioni utili.

Se avete a disposizione il giusto spazio, dedicatevi ancora ai salti. Partite con le ginocchia leggermente abbassate e facendo leva col movimento delle braccia saltate in avanti.

Quando tornate giù, fate toccare terra ai piedi nello stesso momento. Effettuate il movimento in serie con 2/3 salti consecutivi.

Provate ora con la classica posizione da squat. Allargate le gambe e piegate le ginocchia cercando di tenere le cosce parallele al terreno.

A questo punto saltate sul posto alzando le braccia. Ripetete per 15 volte il movimento e cercate ogni volta di ritornare giù mantenendo il giusto equilibrio.

E ricordate sempre l’importanza del range di frequenza cardiaca mentre svolgete gli esercizi. Ecco a cosa serve il già citato cardiofrequenzimetro.

Non esagerate e tenete sempre ad un livello adeguato il vostro sforzo, in modo da ottenere il massimo dall’allenamento e non rendere invece dannosa o poco produttiva l’attività fisica.

 

 

Categorie: Allenamento, Benessere, Esercizi, Fitness Tips, Mantenimento, Motivation, Palestra, Personal Training




COMMENTI


Johnson Store Tapis Roulant Horizon Fitness Tempo Fitness Treo Vision Matrix
Facebook
Twitter
Google+