05 Nov

Fitness e tecnologia sempre più connessi

      Marco "mark" Costantino

occhioForse non ci soffermiamo troppo a pensare che tutti i giorni ci troviamo a dover fare i conti con la tecnologia che avanza (e alle volte ci supera, anche). Siamo ormai connessi dal momento in cui ci svegliamo la mattina fino a quando non decidiamo di andare a dormire.

E questa tendenza si ripercuote anche sulla nostra ricerca del top della condizione. Il fitness nel 2014 passa quindi attraverso una serie di nuovi elementi grazie ai quali arricchire l’esperienza dei nostri allenamenti e rendere più efficaci gli sforzi che mettiamo in campo per cercare di avvicinare la migliore condizione possibile.

Quali dispositivi prendere allora in considerazione? Non c’è che l’imbarazzo della scelta: dalla piattaforma Microsoft Health, che comunica direttamente con il Microsoft Band, all’Apple Watch, fino agli smartwatch con sistema operativo Android Wear di Google, che intanto ha già lanciato la sua app Fit.

Si stanno quindi diffondendo sempre più i dispositivi grazie ai quali otteniamo utili informazioni per calibrare al meglio lo sforzo durante l’attività fisica.

Aumentano di conseguenza gli atleti che sfruttano questi strumenti per monitorare tramite sensori il battito cardiaco, le calorie bruciate e altri dati da elaborare per poi allenarsi al meglio.

In questo modo abbiamo numeri che ci supportano quando vogliamo individuare gli esercizi più efficaci o certificare, ad esempio, la qualità del nostro sonno. E incamerare queste informazioni diventa il primo passo per creare un utile archivio e valutare nel tempo come comportarsi.

Insomma bisogna tenersi aggiornati anche su questo fronte se si vuole avere le carte in regola per affrontare al meglio la sfida continua per il raggiungimento del top della forma.

 

 

Categorie: Allenamento, Attrezzatura, Benessere, Fitness Tips, News, Palestra, Perdita Peso, Personal Training




COMMENTI


Johnson Store Tapis Roulant Horizon Fitness Tempo Fitness Treo Vision Matrix
Facebook
Twitter
Google+