13 Set

La schiena è la “colonna” del fitness

      Paolo Ruggeri

Il mal di schiena può dipendere dall’allenamento fisico? Il dolore lombare arriva perchè esageriamo con squat e addominali? Diversi sono i fattori di questo fastidio che colpisce milioni di italiani. Un “flagello” per gli appassionati del fitness, che però può essere tenuto a bada, se non nei casi più gravi e compromessi, con piccole accortezze.

Un approccio in tal senso va infatti ben “strutturato”, perchè troppo spesso ci si fa imbrigliare in terapie, cure e consigli di qualche santone, che possono però creare confusione e impedire una corretta cura del nostro benessere. Capiamo quindi se la passione per il fitness è compatibile con il nostro corpo e limiamo disattenzioni nell’esecuzione o difetti nella postura.

E posto che col sopravvenire del dolore ci siamo già fatti visitare dal nostro medico o da uno specialista, con qualche consiglio faremo coincidere al meglio l’esigenza di tenere a bada questa problematica con l’esigenza di continuare a curare adeguatamente il nostro fisico. Abbiamo ottenuto “l’ok in camice bianco”? Molto bene! Preoccupiamoci adesso di non porre le basi per nuove infiammazioni lombari.

Rinforziamo quindi la colonna vertebrale e in particolar modo le fasce muscolari che la avvolgono. Prendiamo in considerazione una scheda di lavoro che consideri innanzitutto un riscaldamento adeguato e diffuso nella fase preparatoria all’allenamento. Insomma, introduciamo gradualmente le 33 ossa che costituiscono la colonna vertebrale ai nostri esercizi preferiti.

I muscoli che ci interessano in questo caso sono il dorsale, il trapezio e il muscolo sacrospinale. Per sviluppare il dorsale l’esercizio che consiglio presuppone l’utilizzo di una sbarra. Una volta trovata, afferratela con le mani e tiratevi su. Queste trazioni saranno utilissime per rinforzare la parte superiore del corpo e la schiena.

Un altro esercizio potete effettuarlo posizionando ginocchio e mano su una panca. Con l’altra mano impugnate un manubrio e stando attento a non curvare il busto sollevate il peso verso il fianco. Aspettate qualche secondo e poi tornate alla posizione di partenza. Una ventina di alzate per braccio possono bastare per iniziare.

 

 

Categorie: Allenamento, Benessere, Esercizi, Fitness Tips, Palestra, Personal Training




COMMENTI


Johnson Store Tapis Roulant Horizon Fitness Tempo Fitness Treo Vision Matrix
Facebook
Twitter
Google+