13 Mag

Tennis, Internazionali di Roma

      Paolo Ruggeri

tennis

Settant’anni di sport ad alto livello e ancora tanta voglia di divertire e sorprendere. Non è il ritratto di un atleta attempato che vuole mantenere lo charme dei bei tempi. E’ l’auspicio del più importante torneo italiano di tennis.

Una competizione che decennio dopo decennio mantiene alto il nome di questo sport nel BelPaese, ospitando al Foro Italico di Roma sfide fra i più forti “colpitori di palline” al mondo.

Non mancano mai storie di questo tipo sul nostro blog. Eventi che alimentano la passione verso le differenti discipline sportive e l’ammirazione (meglio ancora ispirazione) verso chi lavora duro e al massimo per ottenere risultati di prestigio.

Anche in questa edizione degli Internazionali d’Italia, iniziati ieri con le prime partite, non mancano nomi altisonanti, scorrendo la lista dei partecipanti ai due tabelloni (quello maschile e quello femminile).

Ci sarà Roger Federer, ci sarà Rafa Nadal, ci sarà Nole Djiokovic. E ci saranno anche Serena Williams e Maria Sharapova. Ma non mancheranno “racchette” tricolori da tifare.

In gara Sara Errani, Roberta Vinci, Francesca Schiavone e Flavia Pennetta fra le donne, e Starace, Fognini, Seppi, Volandri, Lorenzi e Viola fra gli uomini.

Previsto il pubblico delle grandi occasioni (lo scorso anno gli spettatori paganti sono stati 165.010) per un torneo divenuto sempre più rilevante in campo internazionale.

Un torneo che richiede una preparazione estenuante ad atleti d’elite e capaci di resistere a lunghi match rincorrendo una pallina che viaggia al giorno d’oggi a velocità impressionanti.

Trionferà Nadal per la settima volta? Il primo premio da 434.000 euro se lo aggiudicherà Djokovic? Oppure Federer vincerà, al 13esimo tentativo, il primo titolo a Roma? Lo scopriremo solo nella finale in programma domenica 19 maggio.

 

 

Categorie: Motivation, News, Sport




COMMENTI


Johnson Store Tapis Roulant Horizon Fitness Tempo Fitness Treo Vision Matrix
Facebook
Twitter
Google+