18 Nov

Si scrive Tapis Roulant…

      Marco "mark" Costantino

Attrezzi, esercizi fisici, costanza e applicazione. Ma alle volte anche, mancanza di tempo, di voglia e di fiducia. Il fitness, comunque lo si declini, è entrato ormai nelle nostre vite, portandosi dietro un mondo fatto di muscoli, benessere, di chili da sciogliere e di articolazioni da riattivare. E interagire con questo mondo non sempre è facile. Col passare del tempo, però, è sempre più agevole “addestrarsi” alla cura del proprio corpo nella propria casa. Con l’home fitness.

 

Ma anche in questo caso c’è da muoversi con prudenza. Non bisogna gettare le braccia al collo delle prime macchine proposte o delle “facili” pubblicità che ci circondano. Innanzitutto, c’è bisogno dell’adeguato supporto. Di attrezzi semplici da maneggiare e funzionali. Prendiamo ad esempio un must dell’home fitness: il tapis roulant. Che è un po’ l’automobile del benessere, sulla quale salire per spostarsi (da casa) verso la forma migliore.

 

Quando si cammina, si fa jogging o si corre, specialmente se si hanno le ginocchia e le articolazioni sensibili non si può non tenere conto dell’ammortizzazione. Per come sono progettati, i tapis roulant assorbono maggiormente gli urti di quanto possa fare il cemento o l’asfalto. Nelle macchine di qualità è possibile inoltre adeguare la risposta all’urto. La maggior parte dei tapis roulant Horizon Fitness, tra cui il pluripremiato T202 e T101, dispone infatti di un sistema di ammortizzazione variabile, costituito dai cosiddetti elastomeri, posti tra la cintura e la struttura.

 

Questa funzione è dopotutto progettata per lavorare in funzione del corpo e imita alla perfezione una scarpa da running. Di particolare rilevanza è la zona di impatto sulla pedana scorrevole, che va realizzata a regola d’arte nella parte anteriore, per offrire la massima ammortizzazione e assorbire il colpo del piede. Posto il primo step, a metà del piano, una zona di transizione adeguatamente preparata assicura stabilità durante lo scorrimento dei passi, mentre la parte posteriore è dotata di una altrettanto confortevole zona di rilascio per ottenere la massima fluidità di corsa.

 

Più zone del tapis roulant dispongono di una leggera imbottitura, per un maggiore sostegno al passo. Ma più di mille parole spesso convince la pratica. E allora non vi resta che andare nel proprio negozio di fiducia, e provare un tapis roulant. Appena arrivati, chiedete però di sollevarne il piano per ispezionare gli elastomeri. Guardate con i vostri occhi se e come si differenziano, a seconda se si trovano sulla parte anteriore della macchina o su quella posteriore.

 

Fatto questo, armatevi di impegno. Ma in fondo questa è forse la parte più facile. E il tapis roulant saprà come convincervi.

 

 

Categorie: Allenamento, Attrezzatura, Attrezzi, Benessere, Fitness Tips, Mantenimento, Motivation, Palestra, Perdita Peso, Personal Training, Prodotti in Evidenza




COMMENTI


Johnson Store Tapis Roulant Horizon Fitness Tempo Fitness Treo Vision Matrix
Facebook
Twitter
Google+