22 Lug

L’allenamento rende più intelligenti?

      Marco "mark" Costantino

cervelloOggi ci poniamo una domanda che all’apparenza può sembrare banale, ma che apre invece una riflessione interessante e, cosa più importante, motivante per la nostra attività fisica.

Spesso ci capita di interpretare il motto per eccellenza di chi ha fatto degli allenamenti una sorta di ragione di vita: mens sana in corpore sano.

Ora possiamo anche aggiungere che il sano movimento aiuta il corpo, lo spirito e anche il cervello, parte del nostro corpo che va tenuta in grande considerazione.

E’ vero. Noi ci alleniamo perchè stiamo attenti alla linea, per bruciare grassi, migliorare la salute del cuore e ovviamente per piacere.

Tutti questi sforzi però, contribuiscono anche al benessere della centrale operativa del nostro corpo. L’intensa attività fisica può effettivamente migliorare le funzioni cerebrali.

Anche in questo caso la scienza ci viene in soccorso. E’ stato infatti studiata la relazione fra il movimento e la resa di studenti.

Maggiore accuratezza nelle attività didattiche e capacità di accelerare la reattività durante test di memoria sono risultati più efficaci a seguito di un’adeguata attività aerobica.

Ma il giovamento in questo senso non guarda in faccia all’età. Perchè l’allenamento non è utile solo ai giovani.

E’ stato infatti dimostrato che persone anziane che hanno esercitato attività fisica proporzionata ale proprie possibilità nel corso di un periodo di 6 mesi hanno riportato una migliore cognizione in test di memoria.

In chiusura, un consiglio: non sembra esistere una relazione virtuosa fra la crescita dei muscoli e l’attività cerebrale.

E allora, al posto di statiche sedute di sollevamento pesi, preferite l’attività aerobica, capace di facilitare l’afflusso di sangue al cervello.

 

 

Categorie: Allenamento, Benessere, News, Palestra, Personal Training




COMMENTI


Johnson Store Tapis Roulant Horizon Fitness Tempo Fitness Treo Vision Matrix
Facebook
Twitter
Google+