19 Mar

Attenzione alla postura! (parte 2)

      Paolo Ruggeri

sedutaRiprendiamo il discorso dove lo abbiamo interrotto un paio di giorni fa e rimettiamo al centro dell’attenzione la postura. La posizione ideale quando si sta seduti è quella che aiuta a mantenere le naturali curve fisiologiche.

Quando questo avviene, i dischi, le giunture e i legamenti subiscono il minore stress possibile. Ed è impossibile ottenere questa posizione ideale usando una sedia convenzionale dove il sedile e lo schienale sono ad angolo retto.

Quando sedete su una sedia normale si esercita una eccessiva pressione alle vertebre lombari, che col tempo causa dolori alla parte superiore ed inferiore della vostra schiena. Un aiuto in tal senso viene fornito inclinando leggermente la seduta in avanti.

Uno dei primi ad indicare i benefici della sedia inclinata in avanti fu un chirurgo danese, il dott. A.C. Mandal. Egli notò che l’unico modo che gli permetteva di stare seduto senza incorrere in dolori di schiena, era quello di inclinare la sedia in avanti sulle gambe frontali o di mettere un cuscino che ricreasse l’inclinazione.

Mandal raccomandò allora che il sedile della sedia venisse inclinato di 15 gradi in avanti. Quando veniva assunta questa posizione la colonna lombare non aveva bisogno di appiattirsi e il bacino e il tronco si trovavano nella posizione ottimale di equilibrio per i muscoli.

Ma torniamo a noi. Inclinando il sedile in avanti si sposta il centro di gravità da dietro a sopra le ossa interessate, quando si è seduti. I muscoli non devono quindi sforzarsi per mantenere una posizione eretta. Allo stesso tempo la curva lombare viene corretta e la pressione sui dischi resulta ridotta.

Non esistono però ricette magiche per la postura, e non ci sono muscoli più o meno importanti che permettano di mantenere una postura corretta (anche se una muscolatura addominale forte aiuta non poco).

Detto questo, ricordate che in una persona senza problematiche particolari, sia quando è ferma sia quando si muove, la postura è il risultato dell’equilibrio della nostra muscolatura, e bisogna quindi analizzare gli eventuali scompensi, e tonificare e/o allungare i muscoli in base alle personali necessità.

 

 

Categorie: Benessere, Fitness Tips, Mantenimento, Personal Training




COMMENTI


Johnson Store Tapis Roulant Horizon Fitness Tempo Fitness Treo Vision Matrix
Facebook
Twitter
Google+